• Home
  • Rubriche
  • Psicoterapia e Fisioterapia: una sinergia necessaria

Rubriche

Psicoterapia e Fisioterapia: una sinergia necessaria

Psicoterapia e Fisioterapia: una sinergia necessaria

Come sottolineato nei precedenti articoli pubblicati, il corpo è teatro di emozioni e vissuti, conserva memoria sensoriale delle esperienze passate e ha un ruolo fondamentale nelle relazioni interpersonali perché veicola significati dei quali spesso neppure siamo consapevoli. Il linguaggio corporeo è immediato, veloce, spontaneo, “genuino”, la nostra postura e i nostri gesti raccontano di noi più di tante parole.

Per questa ragione curare la persona significa capire e prendersi cura del suo corpo.

L’esigenza clinica di coniugare la dimensione emotiva e cognitiva con quella corporea  trova naturale sbocco nella collaborazione nata con il dott. Viceconti, Fisioterapista e Terapista Manipolativo Ortopedico che riceve a Genova  nello Studio Fisioterapico Fisio 2000 in via Trebisonda 2/A, a due passi dello studio di Psicoterapia di c.so Buenos Aires 5,  e pratica il Servizio di Fisioterapia Domiciliare "A Casa Tua" in alcune aree della città metropolitana di Genova, nella città di Savona e in provincia di Alessandria. 

Da una comunanza d'intenti, da riferimenti teorici e convinzioni condivisi circa l'approccio alla sofferenza fisica e psicologica dei pazienti nasce la voglia di abbattere le usuali barriere tra le varie professionalità e competenze per offrire un servizio integrato a favore dell'unicità e complessità della persona.

Sentivamo da tempo la necessità di allargare il nostro punto di vista sul concetto di cura del paziente.  I professionisti sanitari sono infatti a volte concentrati ognuno sul proprio ambito di specializzazione e a volte si perde forse un po’ di vista il concetto globale di cura del paziente e del prendersi cura delle sue problematiche.

Nell'intento di "guarire" troppo spesso forse si perde di vista la sofferenza del paziente, e quindi anche del "curare", che si occupa invece di proteggere l'intera persona e non solo alcuni dettagli del suo corpo. Percepivamo che il trattamento del solo disturbo fisico ci "stava stretto", tanto a noi quanto al paziente.

D'altronde come diceva l'aforista romano, Publilio Siro, "Il dolore dell’anima è più grande che la sofferenza del corpo". Sarebbe quindi una terapia "a metà" quella che si concentra soltanto sugli aspetti "fisici" e "corporei del dolore", tralasciando la sofferenza emotiva.

Non ci sono soltanto principi teorici alla base di questa collaborazione ma anche considerazioni strettamente pragmatiche: le recenti linee guida sul trattamento del mal di schiena suggeriscono infatti come l'approccio terapeutico migliore, soprattutto per il dolore di tipo cronico, è quello composto dalla combinazione di fisioterapia, esercizio fisico e psicoterapia. Tre potenti farmaci purtroppo sotto-utilizzati e prescritti troppo poco, secondo l'osservatorio del GIMBE (Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze), a favore dei farmaci anti-dolorifici e degli esami diagnostici (radiografie, TAC; risonanze magnetiche) che sono invece sconsigliate dalle stesse linee guida, salvo casi particolari.

Un'evidente contraddizione di cui purtroppo fanno le spese i pazienti. In molti casi infatti, a seguito del mal di schiena o della sciatalgia, si sviluppano strategie difensive di evitamento dei movimenti, di anticipazione del dolore e conseguente senso di impotenza nei confronti del proprio disturbo. Fattori che alimentano un circolo vizioso che, se perdura nel tempo, può condurre alla cronicizzazione del dolore.

Proprio in questi casi il supporto della psicoterapia, e in particolare dell'approccio cognitivo-comportamentale, può essere d'aiuto per interrompere questo circolo vizioso, per acquisire strumenti di gestione efficace del proprio disturbo e del comportamento messo in atto nei suoi confronti.

La dottoressa Boggeri e il dott. Viceconti, saranno inoltre protagonisti nelle prossime settimane, di una Rubrica in 4 puntate che affronteranno proprio il tema del dolore fisico e della sofferenza mentale, e dell'aiuto che può avere la psicoterapia nel trattamento dei disturbi muscoloscheletrici in aggiunta alla fisioterapia. Seguiteci sui nostri canali Facebook, Twitter e sul nostro sito internet.

Dott.ssa Elisa Boggeri Psicologa, Psicoterapeuta cognitivista, Socia SITCC (Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva)
Dott. Antonello Viceconti - Fisioterapista, Terapista Manipolativo Ortopedico


Mi occupo di

  • Psicoterapia del paziente adulto
  • Terapia di coppia
  • Sessuologia clinica
  • Psicoterapia dell'età evolutiva
  • Disturbi depressivi
  • Disturbi d'ansia (disturbo ossessivo-compulsivo, fobie, attacchi di panico, ansia generalizzata...)
  • Disturbi di personalità
  • Disturbi sessuali (disturbi del desiderio, vaginismo, dispareunia, anorgasmia, eiaculazione precoce..)
  • Disturbi psicosomatici

Dott.ssa Elisa Boggeri
Psicologa Psicoterapeuta a Novi Ligure Genova

Iscrizione all'Albo n. 4699 del 2006
Laurea quinquennale in Psicologia Clinica e di Comunità nel 2004 presso l'Università degli Studi di Torino, Master quadriennale in sessuologia clinica

 

declino responsabilità | privacy | cookies | codice deontologico

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

© 2018 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Elisa Boggeri
© 2018. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.
www.psicologi-italia.it